English Italiano


Progetti

Palazzo Ex Unione Militare

Roma Italia 2010/12

In occasione dell’apertura di uno showroom di Benetton Group S.p.a. all’interno del Palazzo dell’Ex Unione Militare a Roma, è stato richiesto un intervento di ristrutturazione interna dell’intero fabbricato e il rifacimento dei collegamenti verticali, finalizzato all’uso commerciale. Nel corso dello svolgimento dei servizi, è stato rinvenuto un reperto archeologico romano di età repubblicana, che ha reso necessaria la redazione di alcune perizie di variante in corso d’opera; tale ritrovamento ha accresciuto il valore storico-artistico del Palazzo e ne ha ulteriormente vincolato i lavori di ristrutturazione.

Vista la particolare localizzazione del fabbricato, situato al centro di Roma all’incrocio tra Via del Corso e Via Tomacelli, l’intervento ha contribuito a valorizzare l’area in termini di architettura moderna, affiancandosi al progetto per il nuovo complesso museale dell’Ara Pacis di Richard Meier, sito al capo opposto di via Tomacelli.

Data la forte rilevanza storica sia del contesto che della preesistenza, il cui primo nucleo risale alla fine dell’Ottocento, gli interventi sull’involucro dell’edificio hanno riguardato soltanto opere di restauro conservativo dei prospetti e consolidamento delle fondazioni dei muri perimetrali. Gli interni, invece, sono stati modificati in maniera sostanziale, attraverso la completa demolizione e ricostruzione di tutti i solai e della struttura portante, mantenendo invariato il numero dei piani.

Il cuore dell’intervento, infine, è costituito da una grande “lanterna”, realizzata in acciaio e vetro trasparente, non colorato e ad alto assorbimento di luce, per non incidere sullo skyline del centro storico; la struttura, visibile internamente per tutta l’altezza dell’edificio, costituisce il contenitore dei collegamenti verticali, degli impianti e dei locali di servizio e culmina sulla terrazza di copertura, riqualificata mediante l’eliminazione delle superfetazioni preesistenti, con una cupola trasparente, anch’essa in acciaio e vetro, che ospita al suo interno un ambiente per eventi esclusivi, che gode dell’affaccio diretto sulla città.